“Face to face con il Sindaco e la Giunta”

Municipio di Baronissi“Face to face con il Sindaco e la Giunta” è un nuovo spazio per dialogare con l’Amministrazione comunale di Baronissi.

Il nostro sito ha deciso, in linea con la prospettiva editoriale, di dare un’ulteriore servizio ai lettori, dando un’opportunità ai cittadini di interagire con chi governa Baronissi. Questa nuova rubrica consentirà, a coloro che lo vorranno, di porre domande, di sollevare problemi, denunciare inadempienze, lanciare suggerimenti. Tutto sarà girato ai competenti assessori e al Sindaco. Tutti riceveranno risposte.

Le domande dovranno essere poste nello spazio dei commenti, in fondo alla pagina web.

Vi preghiamo, al solito, di tenere un tono consono ad una democratico e responsabile forum, evitando ogni esagerazione e qualsiasi tono offensivo. I messaggi ritenuti violanti tali condizioni, saranno rimossi.


Di seguito le varie risposte ricevute ai vostri quesiti:

Per lasciare un commento vai in fondo alla pagina. Grazie.

COMMENTS

WORDPRESS: 42
  • Enzo Tolino 7 anni ago

    Per il quarto anno consecutivo, decine di lettere di auguri, cartoline, pacchetti doni, di sicuro spediti dall’estero ( Europa ed America) e diretti alla mia Famiglia, non sono stati recapitati: La storia si è puntualmente ripetuta sia per le Festività Pasquali che Natalizie.
    Sono finiti al macero, bruciati, buttati. Non posso dirlo. Quando, qualche anno fa, dopo una serie di difficoltose ed inutili telefonate presso i centri di raccolta , mi sono rivolto alla Polizia Postale, si sono limitati a dirmi che il disservizio era noto e che addirittura erano state presentate denunce alla Procura della Repubblica.
    Mi chiedo, gentilissimi amici amministratori, se il nostro Comune è ancora un Comune d’Europa e se lo è ancora solo ed esclusivamente per collocazione geografica.
    Ai tempi della mia adolescenza ed anche giovinezza, una straordinaria persona, di nome Giacomo, in servizio come postino nelle nostre contrade, ogni giorno, con il sole o con la pioggia e la nieve, pensate bene, a piedi, col suo pesante borsone di pelle a tracollo, con una toponomastica quasi inesistente, entro le tredici, con una puntualità paragonabile ad un cronografo svizzero, riusciva a consegnare la corrispondenza di Aiello, Acquamela e Via Macello. Mi direte -altri tempi- Io direi- t empi per tanti versi migliori- in cui la dignità delle persone aveva ancora un valore. Cambiare ogni tre mesi un postino è una scemenza tutta italiana. Se la memoria non mi inganna uno degli artefici di questa straordinaria modernizzazione delle poste italiane è stato colui al quale è stato affidato dal Presidente Monti il compito di salvare l’Italia .
    So per certo che questa Amministrazione Comunale, pur se con risultati mediocri, ha affrontato il problema.
    Io voglio sperare che Voi, dopo un’accurata verifica presso i cittadini dell’esistenza o meno del disservizio postale, facciate sentire la Vostra voce, sicuramente più autorevole della nostra.
    Grazie- Buon Anno

    Enzo Tolino

  • Avv. Domenico Iodice 7 anni ago

    IL SILENZIO E’ SEMPRE DEGLI INNOCENTI?
    Ho provato a “postare” questa richiesta più volte al Sindaco Moscatiello, che però dal 28 novembre non riesce a trovare il tempo per una pur doverosa risposta. Che non gli richiederebbe molto tempo: solo lo spazio di un SI’, peraltro dovuto perchè DA LUI PROMESSO.
    Riformulo la richiesta, sperando stavolta di essere più fortunato.
    In caso contrario, il prossimo interpello sarà PUBBLICO e previa RACCOLTA DI FIRME DEI CONCITTADINI DI ANTESSANO.
    Avv. Domenico Iodice
    ———————————————————————————————————
    “PACTA SUNT SERVANDA”

    Egregio Sig. Sindaco,
    faccio riferimento alla Sua nota del 25 maggio u.s., nella quale, rispondendo a mia precisa richiesta relativa all’USO DEL CAMPO DI CALCETTO DI ANTESSANO, precisava testualmente che “In ogni caso è stata prevista obbligatoriamente una fascia oraria giornaliera a disposizione dell’Ente.”
    Da precisazioni richieste a Suoi assessori, mi è stato riferito che la disponibilità di tale fascia pomeridiana avrebbe consentito ai ragazzini la FRUIBILITA’ GRATUITA DEL CAMPETTO per qualche ora al giorno.
    A TUTT’OGGI TUTTO QUESTO NON E’ ACCADUTO. Il campetto E’ ACCESSIBILE SEMPRE E COMUNQUE SOLO A PAGAMENTO. Le chiedo cortesemente di volersi accertare della situazione e di rendere disponibile a TUTTA LA CITTADINANZA il servizio che era stato annunciato.
    Sono sicuro che vorrà celermente chiarire la natura del disguido e fornire su questo sito perchè … PACTA SUNT SERVANDA! E’ una regola che vale per tutti…
    Cordialmente.
    avv. Domenico Iodice

  • Domenico Iodice 7 anni ago

    “PACTA SUNT SERVANDA”

    Egregio Sig. Sindaco,
    faccio riferimento alla Sua nota del 25 maggio u.s., nella quale, rispondendo a mia precisa richiesta relativa all’USO DEL CAMPO DI CALCETTO DI ANTESSANO, precisava testualmente che “In ogni caso è stata prevista obbligatoriamente una fascia oraria giornaliera a disposizione dell’Ente.”
    Da precisazioni richieste a Suoi assessori, mi è stato riferito che la disponibilità di tale fascia pomeridiana avrebbe consentito ai ragazzini la FRUIBILITA’ GRATUITA DEL CAMPETTO per qualche ora al giorno.
    A TUTT’OGGI TUTTO QUESTO NON E’ ACCADUTO. Il campetto E’ ACCESSIBILE SEMPRE E COMUNQUE SOLO A PAGAMENTO. Le chiedo cortesemente di volersi accertare della situazione e di rendere disponibile a TUTTA LA CITTADINANZA il servizio che era stato annunciato.
    Sono sicuro che vorrà celermente chiarire la natura del disguido e fornire su questo sito perchè … PACTA SUNT SERVANDA! E’ una regola che vale per tutti…
    Cordialmente.
    avv. Domenico Iodice

  • Domenico Iodice 8 anni ago

    IL CAMPETTO DI ANTESSANO E LA MANCATA RISPOSTA: IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI?

    Egregio Dott. Moscatiello, il 13 maggio 2011 Le ho scritto una lettera aperta, su questo sito, confidando di ricevere una chiara e puntuale risposta. La richiesta era ed è semplice: può lasciare il campetto di Antessano al libero e gratuito utilizzo da parte di tutti i ragazzini residenti? Può evitare di darlo in gestione a privati, e dunque può scongiurare il rischio di un ingresso a pagamento? La domanda esige una risposta netta: sì, se è sì, oppure no, se e no. Evangelicamente parlando.
    Eppure, a distanza di molti giorni, e malgrado un ulteriore tentativo di contatto anche su Facebook (dove le ho scritto lo stesso messaggio), a tutt’oggi la domanda posta è sempre lì, senza una risposta chiarificatrice.
    Che dire? Possibile che superiori questioni e altre urgenze la trattengano dal poter dedicare 5 minuti alla questione, certo.
    Ma è difficile che un eventuale prolungarsi del silenzio possa scacciare il dubbio di una precisa volontà di eludere la domanda.
    Sono solito praticare, per ciò che concerne la mia coscienza personale, una filosofica “Epochè”: sospensione del giudizio.
    Dubito tuttavia che il giudizio collettivo, che valuta i fatti e i comportamenti concludenti, possa sottrarsi dall’obbligo di considerare il Suo silenzio per quello che è: UNA MANCATA RISPOSTA A UNA ISTANZA DEI CITTADINI DI ANTESSANO.
    La invito pertanto, almeno a titolo di cortesia verso il Suo elettorato, a dedicare qualche minuto del Suo lavoro ad una risposta pubblica e puntuale sull’argomento.
    Cordialmente.

    Avv. Domenico Iodice

  • Domenico Iodice 8 anni ago

    Il campo di calcetto di Antessano: c’è ancora attenzione ai ragazzi e alle fasce deboli?

    Egregio Dott. Moscatiello, seguo sempre con grande attenzione le iniziative più pubblicizzate del Comune di Baronissi: ivi Lei ama sottolinea l’attenzione al sociale e alle fasce deboli, in ossequio alla linea politica che, in passato, aveva caratterizzato la Sua amministrazione . Credo sia però doveroso, verso i cittadini, fornire un’informativa onesta e completa e dunque pubblicizzare anche le scelte più impopolari: come quella, ad esempio, di chiudere temporaneamente (cioè da SVARIATI MESI!) il campo di calcetto di Antessano… per darlo in gestione a privati. Mi risulta (ma spero di essere contraddetto da Lei) che l’accesso al campo di calcetto NON SARA’ PIU’ GRATUITO, ma che sarà necessario pagare all’ente che ne avrà la gestione il fitto ad ore… come accade per tutti gli impianti sportivi privati. Mi risulta, altresì, che sarebbero previste dotazioni di erba sintetica ed altre amenità utili a rendere commercialmente sempre più appetibile l’impianto. Deduco da ciò, ammesso che sia tutto vero, che Lei ha deciso, per la Sua amministrazione, che il campo di calcetto NON DEBBA ESSERE PIU’ UN LUOGO DI RITROVO E DI SANA SOCIALIZZAZIONE PER I RAGAZZINI DI ANTESSANO. E’ evidente, pertanto, che i ragazzini, che per definizione non dispongono di risorse finanziarie, saranno costretti ad … EMIGRARE ALTROVE. Magari a giocare al calcio in mezzo alla strada. O a dedicarsi ad attività meno sane e meno controllabili dai genitori residenti. Ci ha pensato? Può essere che Lei mi risponda che le scelte di gestione saranno a discrezione dell’ente affidatario degli impianti, che potrebbe stabilire l’uso gratuito in qualche fascia oraria. Tale pilatesca risposta, che mi auguro Lei non voglia dare ai cittadini di Antessano, significherebbe di fatto sancire la definitiva esclusione delle fasce deboli dall’accesso all’unica struttura pubblica gratuita del circondario. Perchè?
    Perchè è chiaro che l’erba sintetica rischierebbe di venire danneggiata proprio da quei ragazzini che non hanno la possibilità di pagare il “pedaggio”, cioè di ripagare il costo dell’investimento. E allora Le domando: SE UN INVESTIMENTO TEORICAMENTE MIGLIORATIVO (COME L’ERBA SINTETICA) SANCISCE DI FATTO L’ESCLUSIONE SOCIALE DI UNA FASCIA SOCIALE DEBOLE (I NOSTRI FIGLI!!!), TALE INVESTIMENTO E’ ANCORA DA CONSIDERARE UNA SCELTA DI INTERESSE COMUNE? NON E’ CHE PER INTERESSE COMUNE SI INTENDE ORMAI QUELLO DI FARE CASSA?
    Scusi le maiuscole e l’apparente spirito polemico di questo intervento.
    Le assicuro, però, che lo spirito che mi anima è pura passione civica e sacrosanto solidarismo sociale. Mi spiace di non avere il tempo di dedicarmi attivamente alla vita politica cittadina: occorrerebbe un sano, generale risveglio dal torpore delle coscienze civili.
    Attendo con grande coriosità la Sua puntuale risposta.
    Cordialmente.

    Avv. Domenico Iodice

  • Domenico Iodice 8 anni ago

    (SULLA QUESTIONE DEL PEDAGGIO SULLA SUPERSTRADA SALERNO-AVELLINO)
    Gent.mo Sig. Sindaco,
    riavvolgo il nastro della memoria personale e collettiva per richiamare qui le motivazioni della Sua (pur legittima) scelta, tempo fa, di lasciare la maggioranza politica che rappresentava la Sua storica estrazione culturale. Lei asseriva, in risposta a chi esprimeva perplessità, che tale opzione Le avrebbe consentito di “meglio rappresentare gli interessi della collettività di cui è Sindaco”. Io, come altri elettori, all’epoca dei fatti l’ho presa in parola.
    Oggi 21 marzo 2011 mi aspettavo, coerentemente, che Lei e la coalizione politica cui ha aderito (di cui il Presidente Cirielli è autorevole portavoce) rassegnaste una POSIZIONE DECISA CONTRO L’INTRODUZIONE DEL PEDAGGIO SULLA SALERNO-AVELLINO. “Nell’interesse esclusivo della Comunità che Lei rappresenta”, per l’appunto.
    E invece, come si dice, la montagna ha partorito il topolino, e per giunta mollaccione e accomodante: SI’ AL PEDAGGIO, PURCHE’ LA STRADA VENGA MESSA IN SICUREZZA…. questa la morbida e conciliante posizione rassegnata alla stampa e ai media. Ma, di grazia: questa posizione, che NON rappresenta gli interessi dei cittadini della valle dell’Irno, gli interessi DI CHI DIFENDE??? Non è questione di terza o quarta corsia “a pagamento”; è questione di evitare di deprimere ulteriormente un territorio che ha invece bisogno di rilancio economico e culturale.
    Stamattina, in Provincia si è consumata una scelta antidemocratica e fortemente lesiva degli interessi di tutti i cittadini della Valle dell’Irno.
    Lei è troppo intelligente per non aver valutato quali ingenti danni alla mobilità si verranno a creare per effetto dell’introduzione del pedaggio: aumenterà a dismisura il traffico sulla Statale; i meccanismi, ora oliati, che consentono l’attuale buona viabilità del traffico concentrato sull’IKEA e sull’Università si andranno a far benedire. E noi certamente non Le saremo grati per questo.
    Mi aspetto uno scatto di coraggio e di dignità, a sostegno delle alte motivazioni da Lei dichiarate a sostegno di una scelta politica che NON INTENDO DISCUTERE sotto il profilo ideologico, ma che DOVEROSAMENTE VALUTO sotto il profilo dei risultati politici.
    Resto in attesa di Suo cortese sollecito riscontro.
    Avv. Domenico Iodice
    elettore di Baronissi
    POST SCRIPTUM: PER LA CRONACA, IL PD E’ E CONTINUA AD ESSERE CONTRO L’INTRODUZIONE DEL PEDAGGIO. SE DOVESSIMO TUTTI FARE UNA SCELTA DI CAMPO IN BASE AL CRITERIO DELL’INTERESSE COLLETTIVO, OGGI DOVREMMO TUTTI RIVEDERE LE NOSTRE POSIZIONI…

  • luca 8 anni ago

    Gent.mo Sig.Sindaco

    nei giorni scorsi, con le mie bimbe,

    sono stato al parco del Labirinto ed ho notato

    che i lavori di messa in sicurezza sono terminati.

    Ho notato,inoltre,che i lavori sono stati esequiti

    in modo scrupoloso e serio, senza lasciare nulla al caso.

    Mi preme ricordare che,

    per non vanificare quanto di buono fatto,

    ora bisogna attivarsi per conservare l’opera nel miglior modo possibile.

    Nel complimentarmi con lei e la sua Amministrazione,

    per questo intervento,

    le chiedo di essere sempre vigile a situazioni di

    degrado sul nostro territorio con risposte celeri e di pugno.

    Sicuro di un vostro interessamento costante, le

    auguro buon lavoro.

  • Redazione WEB 8 anni ago

    Grazie per la sua segnalazione abbiamo provveduto ad inviare notizia all’amministrazione comunale di Baronissi, in attesa della risposta, cordialmente.

  • Gianpaolo Adinolfi 8 anni ago

    Gent.mo Sig. Sindaco
    Si porta all’attenzione del responsabile della manutenzione strade, che via Nufilo (Acquamela) versa in gravi condizioni di dissesto, rendendo impossibile la percorribilità e causando quotidianamente danni ad auto e persone si chiede, pertanto con cortese sollecitudine, l’intervento urgente di codesto Amministrazione

  • luca 9 anni ago

    Gent.Redazione web
    dando uno sguardo alle prime frasi
    di questo spazio si leggono le testuali parole
    “SPAZIO PER DIALOGARE”,”ULTERIORE SERVIZIO AI LETTORI”,
    “INTERAGIRE CON CHI GOVERNA”,”PORRE DOMANDE, SOLLEVARE PROBLEMI,
    DENUNCIARE INADEMPIENZE,LASCIARE SUGGERIMENTI”,
    ed ancora
    “TUTTI RICEVERANNO RISPOSTA”
    leggendo quanto riportato le chiedo gentilmente di rispondere ad alcune mie perplessita’.
    Il contenuto delle domande riportate in questo spazio vengono comunicate a chi di dovere?
    Se la risposta è si, come credo,non le sembra troppo oltre un mese di attesa per una risposta che ad oggi non arriva?
    Il problema di sicurezza,che lei sicuramente conosce, al parco del labirinto puo’ attendere tanto?
    I bimbi che lo frequentano se lo meritano?
    A chi è stata affidata la gestione del parco?
    Noi da semplici cittadini cerchiamo di interagire, sollevare problemi,suggerire e denunciare inadenpienze
    ma soprattutto cercare di dialogare,
    ma questo presuppone un interlocutore,
    che negli ultimi tempi è latitante.
    Mi scuso per il tono forte che ho usato in
    queste righe ma alcuni problemi,secondo me,
    vanno trattati in questi termini.
    Questa volta,sicuro di una risposta,
    la ringrazio anticipatamente.

    Aiello, 03/06/2010

  • Luca 9 anni ago

    Gent.mo Sig. Sindaco

    Noto con immenso dispiacere
    che il contenuto della mia lettera, che risale ad un mese fa’,non ha suscitato, in lei,
    nessuna reazione.
    Di questo sono profondamente deluso,
    io come tanti genitori che quotidianamente,con i loro piccoli,
    frequentano il Parco del Labirinto di Acquamela.
    La mia e la loro preoccupazione
    e’ esclusivamente per la sicurezza del Parco
    che in piu’ punti presenta delle gravi anomalie.
    Noi tutti comprendiamo i mille problemi
    che il Sindaco di Baronissi ha per far sì che
    questa cittadina sia sempre fiorente sotto tutti
    i punti di vista,
    ma io penso che i problemi di sicurezza ed incolumita,
    soprattutto verso i piu’ piccoli,
    hanno la priorita’su “TUTTO”.
    Mi auguro che questo mio pensiero sia anche Suo
    e della sua Giunta e sicuro di una risposta
    celere con le parole ma sopratutto con i “FATTI”
    le auguro buon lavoro.

    Aiello,25/05/2010

  • Giovanna 9 anni ago

    Mi associo a quello scritto sopra dal sig. Luca e aggiungo che il parco per essere mantenuto bene ha bisogno di un maggior controllo, dico questo perchè mi è capitato una domenica pomeriggio, mentre stavo con le mie bambine di vedere un gruppetto di ragazzi nascondersi nel labirinto a fumare spinelli incuranti dei bambini che giocavano a nascondino.
    Sig. Sindaco, lei che in più occasioni ha dimostrato di amare tanto il nostro territorio comunale quindi anche i cittadini che vi abitano, disponga un maggior controllo dalla polizia comunale o da chi lei ritiene più opportuno, per garantire ai tanti bambini e non una maggiore sicurezza.
    Grazie per la sua disponibilità.
    Giovanna

  • Luca 9 anni ago

    Gent.mo Sig.Sindaco,
    dopo un lungo e freddo inverno,si iniziano a vedere le prime belle giornate e da buon padre accompagno le mie bimbe al parco giochi.
    Io abito ad Aiello
    ed il parco giochi piu’ vicino (spero ancora per poco)e’ quello di Acquamela detto del labirinto.
    Leggendo i commenti in questo spazio il suddetto parco e’ stato gia’ oggetto di critiche costruttive dalla Sig.ra Giovanna,a cui Lei ha risposto tempestivamente con i fatti.
    Non passano inosservati ai fruitori del parco,dei problemi di sicurezza, all’interno del’area dedicata alle giostrine.
    In tale area,
    come pavimentazione e’ stata usata della ghiaia edile, di due dimensioni,che si sposta pericolosamente nei viali adiacenti,provocando delle cadute
    ai piccoli visitatori del parco.
    Questo materiale usato,
    spostandosi scopre dei manufatti in cemento nei pressi delle giostrine altamente pericolosi.
    Le chiedo,
    nel nome del’incolumita’di tanti piccoli bimbi felici di passare al parco ore spensierate,la rimozione di tale pavimentazione
    sostituita con una adeguata, che possa limitare al massimo il pericolo di lesioni ai suddetti bimbi.
    Sicuro di una risposta celere,come avvenuto in un recente passato.

    Aiello,28/04/2010

  • ice man 9 anni ago

    e pensare che FRANCO COSIMATO E’ CADUTO SUL DOPPIO SINDACO COSIMATO/ESPOSITO. OGGI C’E’ IL DOPPIO SINDACO MOSCATIELLO/ESPOSITO A QUANTO SEMBRA IL FUTURO SINDACO SARA’ ESPOSITO.

  • ice man 9 anni ago

    credetemi, tutte queste strategie politiche avranno sicuramente un fine, quale sia non si sà.
    Ma non vorrei che il nostra caro Sindaco faccia la fine del Gatto e la Volpe. Mi spiego meglio.
    Il PDL oggi a Baronissi non si sà quale sia, e non si sà quanti siano realmente.Credetemi ci sono state persone del PDL che hanno votato De Luca e sono , per la maggior parte le stesse persone che votano il sindaco Moscatiello.
    Credo che però il giocattolo si stia rompendo. Mi spiego meglio anche adesso.
    Il sindaco Moscatiello, oltre ad esser un ottimo amministratore nonchè Professionista nonchè brava persona e vero conoscitore della materia politica forse sta peccando di ESSERE CONOSCITORE DEI NUMERI O MEGLIO DELLA MATEMATICA.
    Il pdl non è Gennaro Esposito
    una canditatura di Moscatiello ed Esposito insieme è sconfitta per Moscatiello.
    Una canditatura per Esposito Sindaco ed il dott. Moscatiello al Senato o al Parlamento è molto difficile ( uno dei due deve perdere)
    Io credo che la chiarezza, quanto meno con gli AMICI, ci debba essere.
    Immagginate uno scenario con Cosimato-Noia-Fiorillo-Cavaliere-insieme con il centro destra( quello nascosto ) e L’UDC e tutte quelle persone oggi che dicono di essere amici del Sindaco ma che in realtà alla prima occasione gli danno un calcio e via. LE STESSE PERSONE CHE DURANTE LA CAMPAGNA ELETTRORALE REGIONALE SONO SCOMPARSE NEL MOMENTO DEL BISOGNO.
    BE IO CREDO CHE QUESTA MAGGIORANZA ALLARGATE SE ANDASSE ALLE URNE PERDEREBBE SICURAMENTE. E LO DICE UNA PERSONA CHE VUOLE MOLTO BENE AL DOTT. GIOVANNI MOSCATIELLO.
    LA MAGGIORANZA ALLARGATA VA BENE E PUO’ DURARE ANCHE QUATTRO ANNI MA IL PROPBLEMA E CAPIRE DA GRANDI COSA SI VUOL FARE?
    NOI CREDIAMO MOLTO NEL DOTT. MOSCATIELLO E FACCIAMO OGGI SEMPRE IL TIFO PER LUI. MA SE IL CENTRO DESTRA CHE NON SI E’ MAI RICONOSCIUTO NEL DOTT. ESPOSITO O DOTT. PETTA POTRA’ RICONOSCERSI NEL DOTT. CAVALIERE. CREDETEMI L’UOMO DI CENTRO DESTRA DA UN VOTO PIU’ VOLENTIERI AD UNO DI CENTRO SINISTRA CHE AD UN UOMO DI CENTRO DESTRA CHE NON VUOLE. BASTA VEDERE DE LUCA E LO STESSO MOSCATIELLO.
    DON NELLO , CHE DITE?????????

  • ice man 9 anni ago

    ma , non capisco più di politica, ci rinuncio, ma non capisco dove è andata l’amicizia.

  • Antonio 9 anni ago

    Rev. mo don Antonio,

    la ringrazio per la possibilità che offrite per approfondire la liturgia.

    Le pongo due quesiti:

    Per evitare che le celebrazioni eucaristiche quotidiane seguano sempre un identico e preciso schema, che suggerimenti potete dare perché la partecipazione dei fedeli sia sempre più coinvolgente?

    Ho notato che nelle parrocchie dove è presente il cammino neocatecumenale spesso accanto l’ambone si trova una croce astile con l’immagine del crocifisso tipica di questo cammino.

    E’ corretto che la croce astile sia accanto all’ambone?

    Ed è giusto che una croce, che sta in una chiesa dove sono presenti tanti gruppi, abbia un’immagine che fa pensare soltanto ad un gruppo?

    La saluto molto cordialmente

  • redazione web 9 anni ago

    Egregio signor Claudio,
    grazie per il suo rilievo, in verità ingiusto, ma l’occasione ci permette
    di ribadire quanto scritto nel mese di novembre 2009 sul nostro sito (link
    https://www.parrocchiasanpietro.org/2009/11/24/moscatiello-tertium-non-datur)
    dove chiediamo spiegazioni al signor sindaco di Baronissi sulla consegna
    delle deleghe ai rappresentanti del centro destra, parte dell’opposizione,
    che puntualmente sono arrivate. Pertanto, nessuno ha taciuto, anzi
    puntualmente abbiamo espresso il notro pensiero e la nostra
    preoccupazione.
    Per quanto concerne le sue indicazioni su assessorati da dare
    all’opposizione a noi non risulta ancora nulla, attualemente vi sono solo
    le dimissioni degli assessori.
    Continui a seguirci (speriamo con più attenzione, senza distrazioni!) e
    poi esprimerà il suo giudizio, sempre gradito.
    Cordiali saluti.

  • Claudio 9 anni ago

    X IL DIRETTORE E LA REDAZIONE: Visti gli ultimi avvenimenti politici che si stanno verificando nel Comune di Baronissi, dimissioni di due assessori…assegnazione delle delghe ad esponenti dell’opposizione e quindi del PDL, cambiando di fatto l’anima politica dell’amministrazione comunale, come mai il vs giornale sempre molto attento hai vari avvenimenti che hanno interessato Baronissi per il passato (Cosimato Sindaco) non ne sta parlando per niente fin quando gli accordi trasversali venivano fatti da altri subito avete condannato e addirittura siete stati i primi ad informare della sfiducia all’amministrazione comunale adesso come nulla stia succedendo tacete? E voi parlate di cooerenza politica per il bene del territorio???!!!! Ma per piacere….

  • Un cittadino di Saragnano 9 anni ago

    Sig Sindaco, Ass. Ingino,
    credete che sia giunto il momento di asfaltare un po’ le strade di Saragnano e Capo Saragnano?? Mi riferisco in particolare a via Cirillo, divenuta ormai una vera e propria strada da “fronte bellico”… Con le ultime piogge, poi, il problema è diventato ancor più grave.
    Mi rendo conto che un’amministrazione ha altre mille cose più importanti da seguire, ma una asfaltata seria (e non le solite pezze qua e la) non guasterebbe e anche i cittadini sarebbero più contenti, glielo assicuro!
    Grazie!

  • Agostino 9 anni ago

    Caro don Nello,tu che sei abilitato ai Miracoli,perchè non intervieni nella realizzazione di un marciapiede ACQUAMELA-BARONISSI-SALERNO, che percorrere queste strade sono diventate molto pericolose.Grazie

    • Agostino 9 anni ago

      Non ti preoccupare,se attraversi la Cupa Irno sei sicuro e non ti serve il MARCIAPIEDE

  • Matteo G. 9 anni ago

    Carissimo signor Sindaco del comune di Baronissi,
    nel congratularmi per il vostro modo di intendere la politica vorrei porvi un questito che fu oggetto di un punto fermo del vostro penultimo programma politico (prima , per intenderci, dell’ultimo trionfo):
    Il quesito è questo:
    abito ad Acquamela e il sistema nervoso del sottoscritto come di tanti altri cittadini è messo a dura prova dall’inquinamento acustico derivante dall’autostrada salerno-avellino. Nelle penultime elezioni io l’ho votata (come in queste) oltre a tanti altri punti perchè avevate promesso un interessamento per predisporre delle barriere antirumore, lungo tutta la tratta, dall’uscita delle gallerie fino a via fra giacomo inferiore.

    Mi date qualche speranza…

  • luca 9 anni ago

    Gent.mo Sig.Sindaco di Baronissi, sono un cittadino di Aiello,e noto che da qualche mese nelle “nostre frazioni” c’e’un piacevole fermento.Questo, penso, sia merito Suo e dei suoi Collaboratori,che,notato L’ABBANDONO degli ultimi anni hanno fatto seguire alle promesse le azioni.Volevo porre alla Sua attenzione un problema inerente la scuola materna ed elementare di Aiello: la scorsa settimana e piu’ precisamente mercoledi’16,accompagnando mia figlia a scuola,ho notato delle pesanti infiltrazioni d’acqua dal tetto che interessavano l’atrio della suddetta scuola.Viste le recenti precipitazioni e l’approssimarsi dell’inverno chiedo a nome di tutti coloro che hanno a cuore tutto cio’ che gravita intorno ai NOSTRI FIGLI un intervento celere e specifico sul problema ed un controllo generale sulla sicurezza della struttura per rassicurare quanti fanno trascorrere all’interno della struttura delle ore serene ai propri figli.La ringrazio anticipatamente CERTO che questi argomenti siano pienamente condivisi da lei Sig.Sindaco in quanto padre attento alle problematiche dei piccoli bimbi.

  • Matteo Ruggiero 10 anni ago

    Promuovere e tutelare il decoro dei luoghi è un dovere di tutti Gli italiani hanno perso la cognizione del patrimonio pubblico. In parole semplici: Essi considerano che le opere pubbliche e, quindi, la spesa per la loro realizzazione, sia esclusivo interesse o competenza di chi amministra il comune, la provincia, la regione o lo Stato. Mentre lo spirito della democrazia vuole che ogni singolo cittadino partecipi e si interessi ad ogni spesa pagata dallo Stato. Nel meridione è talmente bassa la cultura morale, che una qualsiasi persona riuscirebbe a farsi una casa in mezzo ad una strada, senza che ci fosse nessuno a chiederne spiegazioni, perché l’imperativo dilagante da queste parti recita: “fatt e fatt tuoi “.
    Fatta questa breve , ma doverosa prefazione, per quanto rappresenterò, vengo a quello che si verifica ad Aiello, potrei portare molti altre situazioni della Valle dell’Irno, penso che il concetto non cambi, in quanto il comune denominatore resta inalterato.
    Ad Aiello sono state realizzate due lottizzazioni con ville hollywudiane (del costo di 350.000 €), le cui urbanizzazioni primarie e secondarie sono inesistenti, salvo essere state realizzate in seguito, attraverso trattative private. Ne è conseguito strade senza marciapiedi, doppie e triple recinzioni per contendersi un paio di mq di suolo., ovviamente prive di spazi verdi e di alberi, piloni dell’illuminazione nascosti nella boscaglia, una strada con pendenze estreme .La cosa più assurda è che una di questa lottizzazione, è completamente fuori dal contesto della comunità aiellese.
    Non mi si accusi di essere l’eterno insoddisfatto o pessimista, quello che ho sopracitato è sotto gli occhi di tutti, nessuno potrà contestarmela. Aspetto ancora che mi chiamino i responsabili del programma televisivo “Striscia la Notizia” per rendere pubblica un’altra opera di rara irrazionalità, anche per quest’altra opera, il silenzio e l’ossequio son dovuti al voto di scambio.
    Ancora una volta, anche se alla mia età non ci credo più, mi rivolgo soprattutto ai cittadini e di conseguenza agli amministratori: un cambiamento è possibile solo con una partecipazione attiva da parte dei cittadini e una chiarezza e una morale condivisa da parte dei secondi.
    Attualmente ad Aiello, è in via di realizzazione una strada per by-passare l’arco della proprietà Sabatino, che ha condizionato non poco la vita degli abitanti del paese ( limitazioni di accesso, numero cospicuo di case abbandonate, infartuati portati sotto l’acqua perché l’autoambulanza non poteva raggiungere la casa dell’ammalato ecc.), eppure ci sono state diverse persone, che, per motivi vari, hanno cercato di osteggiarla. Quindi, non sono preconcettualmente per il “NO”, ma mi son sempre posto di fronte al problema, indipendentemente da chi lo sostenesse.
    Anche se mi sento Antitaliano, forse dovuto a quel senso di rabbia che mi procura la vita in questo
    “Maledetto” Paese, provo, comunque a spronare la gente perché credo, anche se è in minima percentuale, ci siano persone oneste, laboriose, rispettose delle leggi, senso della morale tout court,
    affinchè si adoperino per il bene comune, perché penso che solo vivendo in un ambiente a misura d’uomo possiamo raggiungere quella pace messa in crisi da questa bruttissima bestia del capitalismo.
    Concludendo, voglio ricordare ai nuovi amministratori di evitare questi scempi paesaggistici, imponendo ai costruttori prima le opere di urbanizzazione e poi far iniziare le costruzioni delle abitazioni. Abbiate il coraggio di mettere fine a questa osmosi speculatoria perversa, la gente intelligente ve ne sarà grata e vi apprezzerà!
    A questo punto suggerirei almeno, di adottare per la illuminazione della costruenda strada di Aiello, lampadine a “Led” per il loro basso consumo energetico, poi prevedere alberi a foglie larghe ( platani o tigli) lungo tutto lo sviluppo della strada, questo anche a dimostrazione che l’assessorato al decoro previsto dalla nuova amministrazione è realtà.

    Aiello, 03/08/2009 Matteo Ruggiero
    (Ambientalista)

  • Spesso con le mie bambine la sera vado al parco del labirito, per farle giocare con gli altri bambini di Aiello ed Acquamela e non solo. Il parco è diventato, fortunatamente, un luogo d’incontro per tutti noi, li la sera ci si ritrova e magari si incontrano persone che, anche abitando nello stesso paese non si vedevano da tempo.
    Tutti siamo contenti del parco, piccoli e grandi, tutti ci teniamo a mantenerlo pulito e nuovo, tanto è vero che ci sono persone del posto che dopo una giornata di lavoro, vengono la sera ad innaffiare i fiorellini che i bambini guardano con tanta allegria. Però c’è anche da dire, che purtroppo ci sono persone che puntualmente la sera vengono con i loro cani a fare la passeggiata, noi li invitiamo a lasciarli fuori ed ad aver con loro il sacchetto e paletta ma loro prepotentemente ci rispondono che non vedendo un cartello che vieta l’ingresso dei cani, anche loro possono entrare.
    Allora io mi rivolgo all’amministrazione comunale che è tanto vicina alla popolazione di tutta Baronissi.
    E’ possibile mettere un cartello che vieta l’ingresso dei Cani?
    E’ possibile che almeno una volta al giorno possibilmente la sera, la polizia municipale venga a farsi un giro per controllare?
    Non aspettiamo che anche questo splendido parco si riduca come quelli dell’interno comune, tutti rotti e sporchi.
    Noi cittadini di Aiello e Acquamela siamo pronti per collaborare, perchè ci teniamo al nostro tanto atteso parco, ma voi non ci lasciate soli. Grazie Giovanna

  • Emauele 10 anni ago

    Parliamo di asfalto, di lampioni, di manutenzione in generale, intanto ancora non sento parlare di programmazione culturale, di impegno per la promozione umana. Che cosa si sta organizzando per l’estate? Baronissi ha bisogno di cultura per crescere e non soltanto, pur importanti, di interventi manutentivi.
    Grazie.

  • antonio 10 anni ago

    Onor del vero con le ultime due amministrazioni ci mancavano soprattutto le cose piccole: lampioni, asfalto, marmi, che da alcuni anni mancavano all’appello sia nella piazza di Acquamela che in quella di Aiello.
    Un imbocca al lupo di buon lavoro all ‘Amministrazione Comunale che possa raggiungere importanti traguardi soprattutto nel migliorare i servizi e la vivibilità dei cittadini tutti.
    Auguri.

  • Enzo Tolino 10 anni ago

    Gent.mo Sig. D&L,
    La ringrazio per questo Suo nuovo commento. Se cerca delle risposte più convincenti le potrà sicuramente trovare nel mio scritto del 2 Luglio 2009. Non mi resta che ricordarLe che la campagna elettorale è veramente finita. Non sono in discussione le capacità del Sindaco Moscatiello e dei Suoi Assessori o i limiti dell’Amministrazione Cosimato. Ho solamente denunciato che oltre al degrado di Piazza Trivio, c’è un manufatto che è conosciuto come la Cappella della Famiglia Murino, che può crollare da un momento all’altro.
    E, all’Amministrazione Moscatiello, vorrò essere grato per i provvedimenti che intenderà prendere e non certamente per la sostituzione di un lampione o per la sostituzione dei cubetti di porfido di piazza S. Domenico. Se fosse questa la nostra condizione di cittadini, altro che d’Europa dovremmo parlare.
    Grazie ancora

    • Gent.mo Sig.Tolino,
      non ho parole per quello che dice, mi pento solo che per ben due volte l’ho votata. Pazienza, spero che questa volta non ho sbagliato, ormai la campagna elettorale è finita, e come ho già detto in precedenza, diamo tempo ai nuovi eletti a svolgere….tranquillamente il mandato che il popolo gli ha dato. Poi a fine mandato tireremo le somme, se sono stati bravi sicuramente verranno rieletti, altrimenti andranno a casa come tanti “altri”.La Saluto e le chiedo, di non toccare certi argomenti che sono stati si sventolati in campagna elettorale “da tanti” ma da pochi affrontati e risolti. D&L

      • Enzo Tolino 10 anni ago

        Gent.mo Sig. D&L,
        nel ringraziarLa per la fiducia per due volte concessami,resto perplesso dalle sue affermazioni.Confermo tutto quello precedentemente scritto e resto disponibile, quale ex cosigliere comunale, sicuramente non da questo sito,a tutti i chiarimenti possibili ed immaginabili.(tutto documentato).Le posso assicurare che mi sento talmente tranquillo di coscienza da poter affrontare tutti gli argomenti che Lei Vorrà affrontare.
        Intanto Le auguro migliore fortuna con i Suoi nuovi rappresentanti.

        • Gent.mo Sig.Tolino,
          il tempo delle chiacchiere (io ho chiesto, io ho incontrato io ho proposto ecc.ecc.) per cose utili, indispensabili e pericolose come lei dice, però mai fatte, è finito. Noi cittadini abbiamo bisogno di persone con le…… “3P” (come ho letto su il giornale “Incontro”)cioè che Fanno sul serio.
          Colgo l’occasione per congratularmi con tutta l’Amministrazione Moscatiello per aver iniziato a smantellare i prefabbricati di Via COrte, che sono una vergogna, promesso in campagna elettorale e mantenuto. Ecco, Sig. Tolino volevo dirle che mentre lei si adopera a denunciare situazione che potevano essere fatte in precedenza (forse anche quando c’era lei) queste Persone con poche chiacchiere operano speditamente.Altri hanno fatto solo propaganda politica,nascondendosi poi, con scuse del tipo “non ci sono soldi” per opere o servizi mai realizzate .D&L

  • Enzo Tolino 10 anni ago

    Gent.mo Antonio,
    chi non ha il coraggio di presentarsi col proprio none e cognome non meriterebbe risposta, ma è per questo che la mia e la Sua sono storie diverse.Lei con la sua risposta ha fatto una grande confusione. Non ho mai parlato del Palazzo della Regina Margherita di Durazzo, che Lei, pur abitando in queste frazioni, dimostra di nonconoscere e soprattutto non ho accusato nessuno.
    I soldi con i quali è stata realizzata la Piazza Trivio, che probabilmente verrà rifatta, sono anche soldi Suoi, cittadino Antonio, e soprattutto, assumendomene tutta la responsabilità, ho posto un problema di pubblica incolumità. Probabilmente anche Lei è convinto che ci debba scappare il morto , prima di intervenire.
    Molto banale il riferimento alle mie consiliature. Le ricordo in proposito che sono state tre, due col Sindaco Moscatiello ed una col Sindaco Cosimato. Se Lei avesse il coraggio almeno di gettare la sua maschera di anonimo, potrei tranquillamente e doverosamente come Ex consigliere comunale, informarLa e se il caso chiederLe scusa per il mio mancato impegno.

    • E’ vero quello che dice il Sig.Tolino, sicuramente Piazza Trivio dovrà essere rifatta, però vorrei aggiungere, che la manutenzione ordinaria, come ogni brava massaia fa in casa, fa si, che le opere realizzate con i nostri soldi, non cadono nel degrado più assoluto. Mentre per quanto riguarda il palazzo della Regina,vorrei denunciare alla nuova Amministrazione che le “fatiscenti” impalcature messe dall’Amministrazione Cosimato, di tanto in tanto mancano all’appello, e non vengono ripristinate inoltre, non c’è nessun cartello visibile che avvisa la loro presenza, creando una situazione di maggiore pericolo.Comunque, le colpe del degrado, sono da ricercare nella cattiva gestione e del mancato controllo del territorio, da parte di chi occupava la sedia al palazzo comunale. Ho notato anch’io che con l’insediamento dell’Assessore Ingino,in pochi giorni, e devo dare ragione al Sig.Antonio, non solo ha sistemato il manto stradale davanti alla scuola elementare, ma ha fatto mettere a posto i lampioni in piazza trivio, ha sistemato i fossi con i sanpietrini davanti la casa della regina, ha fatto sistemare il letto nel fiume Irno vicino il Parco del Labirindo, cose chieste e richieste tempo fa’. Ecco, questo è quello che un buon Ammnistratore debba fare….cioè alzarsi dalla sedia comunale e girare per le frazioni ascoltando la gente dei loro problemi e non sostare davanti al Comune o su una panchina a criticare e a puntare il dito contro chi la pensa diversamente. Sono molto fiducioso che in poco tempo il nuovo Sindaco Giovanni Moscatiello,l’Assessore Sabatino Ingino e tutta l’Amministrazione, con la loro professionalità, riusciranno a portare Baronissi e le frazioni a essere degna di chiamarsi “Città d’Europa”. D&L.

  • antonio 10 anni ago

    Vorrei rispondere al Sig. Tolino dicendo semplicemente che la strada che porta alla scuola elementare nonchè al centro sociale era impraticabile da alcuni anni, come mai le passate amministrazioni non sono intervenute su questo piccolo problema, piu’ volte sollecitato.
    Grazie al tempestivo intervento dell’Assessore Ingino è stato realizzato il manto stradale .
    A proposito della cappella degli Eredi Murino e palazzo della Regina Margherita di Durazzo, la nota con diversi undirizzi, l’avrebbe dovuta scrivere qualche anno fà inviandola ai suoi ex colleghi amministratori.D
    Dico queste cose al Sig. Tolino in quanto per circa due legislature è stato anche lui Consigliere Comunale.
    Facciamo lavorare questa amministrazione e tra qualche anno sicuramente ci daranno dei risultati.

  • Enzo Tolino 10 anni ago

    PENSIERI PROIBITI
    PER DOMANDE SCOMODE
    Egr. Sig Sindaco di Baronissi
    Egr. Sig Asssessore al Decoro e all’Urbanistica
    Egr. Sig. Assessore ai Lavori Pubblici
    Egr. Sig Comandante Polizia Municipale

    Gent.mi Sigg.
    La recente inaugurazione del “ Parco del Labirinto” di Acquamela, mi rallegra e allo stesso tempo mi rattrista, perchè quotidianamente siamo costretti ad assistere all’ingiustificabile degrado urbano di altri luoghi delle stesse nostre amate frazioni di Aiello e di Acquamela, a cui fa da cornice un vandalismo che pensavamo estraneo alla nostra comunità, alla nostra storia e alla nostra cultura.
    E’ difficile capacitarsi, nel constatare che tanti corposi investimenti, destinati alla realizzazione di opere pubbliche ( vedi anche Piazza San Domenico), troppo spesso non abbiano dato luogo a quel virtuoso rapporto costi-benefici, in termini di fruizione delle opere, di arricchimenti paesaggistici e soprattutto di recuperi urbani e sociali.
    A giudizio dell’Assessore al ramo dell’epoca ( non proprio remota) la sistemazione di Piazza Trivio, con l’acquisizione ed il recupero della Cappella Murino, avrebbero trasformato quei luoghi nel salotto di Aiello.
    A visitare i luoghi, non si vedono salotti ma incuria, degrado urbano e devastazione.
    La capella Murino, per la cui acquisizione a patrimonio comunale puntualmente sono stati appostati soldi in bilancio, usata come uno specchietto per le allodole, cade a pezzi: si susseguono i crolli del tetto, per ora fortunatamente all’interno del manufatto, la facciata principale é pericolosamente lesionata, un eucaliptus mastodontico, preme, col suo, immagino enorme apparato radicale, su di un diroccato muro di contenimento di tufo nero. Non ho timore ad affermare che il manufatto costituisca un serio pericolo per la pubblica incolumità e che quelle lamiere brutte ed inutili poste a prevenire futuri crolli, siano il segno di una cecità e di un’improvvisazione non più accettabili. Non aspettate il peggio – INTERVENITE.

    • Avete proprio ragione Sig.Tolino, ma mi chiedo come mai solo adesso appare questa denuncia e non una settimana fa. Questo problema era a vista di tutti anche nell’amministrazione Cosimato che ha amministrato per circa 6 anni e mi pare che lei non lo ha mai denunciato. Vorrei dirle solo una cosa diamo il tempo a quest’ Amministrazione di lavorare tranquillamente perchè credo che sanno fare BENE il loro lavoro e sicuramente troveranno la soluzione sia per la Casa della Regina Margherita di Durazzo ad Acquamela che per la Cappella di piazza Trivio. Cordialmente la saluto.D&L

      • Enzo Tolino 10 anni ago

        Gent.mo amico,
        La Sua perplessità sarebbe condivisibile, se questa mia denuncia fosse strumentale e non avesse invece radici antiche. Più volte, delegato dall’Amministrazione ho incontrato il Sig. Teodosio Murino, per sondare la Sua disponibilità a vendere al Comune di Baronissi La Cappella Sconsacrata Murino. L’operazione era realizzabile e lo dimostra il fatto che il recupero della Piazza Trivio,fosse avvenuto proprio in funzione di tale acquisizione a patrimonio comunale del manufatto.Ho già parlato di quello che doveva essere il salotto di Aiello.Il resto è storia nota. Ricordo anche a Lei che ho inteso soprattutto sollecitare l’Amministrazione Comunale, affichè la zona fosse messa in sicurezza, al fine di evitare alla nostra comunità la solita tragedia ” all’italiana”. Nel rigraziarLa per il Suo commento, cordialmente La Saluto

  • Francesco Caldarelli 10 anni ago

    Per la nostra città non siamo stati in grado di avanzare proposte rispetto ai processi sociali ed economici che si andavano delineando nell’area dei comuni a noi limitrofi.
    Secondo Lei quale ruolo la città di Baronissi può assumere, e quali iniziative proporre su questo importante territorio?
    Francesco Caldarelli

  • Antonio 10 anni ago

    Auguri a questo splendito sito curato nei minimi particolari a tutta la redazione e grazie per questo spazio che credo che utilizzerò volentieri. Una volta tanto una chiesa che funziona.

  • enzo Tolino 10 anni ago

    Molte delle problematiche che da anni affliggono il nostro territorio, sono state alimentate e molto spesso aggravate da una sorta di nostro anomalo “ Silenzio-Assenso”, dovuto, forse, ad una banale generalizzazione della politica e dei suoi protagonisti. Tutti accomunati nello stesso calderone. Tutti uguali, tutti poco onesti, tutti in altre faccende affaccendati. Non esiste errore di valutazione più grande. La nostra Parrocchia , attraverso la redazione del giornale “Incontro” e la redazione del “sito”, sempre lungimirante e soprattutto consapevole della necessità di ricucire lo strappo e colmare quel vuoto che è venuto a crearsi tra i cittadini e le Istituzioni, credo che con questa iniziativa abbia messo a disposizione dei cittadini un formidabile strumento di democrazia partecipata.
    Personalmente,ne sono certo, costantemente utilizzerò questa rubrica e desidero caldamente invitare i miei concittadini a fare altrettanto.
    La campagna elettorale è alle nostre spalle. Ci sono stati vincitori e vinti. La bagarre è finita Con ruoli diversi ma un fine unico “ Il Bene comune”, occorre rimboccarsi le maniche e lavorare sodo.
    Al Sindaco e alla nuova Amministrazione i più sinceri auguri di buon lavoro
    Enzo Tolino

  • un cittadino di Antessano 10 anni ago

    Ringrazio la redazione di questa iniziativa.
    Ad Antessano, venendo da Salerno, uscendo dal raccordo ci si immette nel paese. Non sarebbe possibile creare una rotatoria o qualcosa del genere. Grazie.

  • DISQUS: 0